DIREL HA SOTTOSCRITTO IL CONTRATTO F.L. 2016-2018 - EFFICACE DAL 18 DICEMBRE 2020

 

Ieri 17 dicembre 2020 è stato posto il suggello al nuovo CCNL Funzioni Locali 2016-2018, il contratto collettivo nazionale dei dirigenti degli Enti Locali (Comuni, Provincie, Città Metropolitane, Camere di Commercio, IPAB etc.), delle Regioni, dei Segretari Comunali e Provinciali e delle PTA (allegato contratto firmato).

Grazie a tutti, Istituzioni pubbliche ed Organizzazioni Sindacali, che hanno contribuito al raggiungimento di questo apprezzabile traguardo in un periodo tutt’altro che semplice e che ci ha costretto a svolgere le complesse trattative, per la prima volta nella storia “a distanza”, in videoconferenza.


Gli effetti del contratto, recita l’art. 2, comma 2, decorrono dal giorno successivo alla data di stipulazione, ovvero da oggi 18 dicembre 2020, e il comma 3 del medesimo articolo stabilisce che gli istituti a contenuto economico e normativo con carattere vincolato ed automatico sono applicati dalle amministrazioni entro trenta giorni dalla data di stipulazione, ovvero entro il 17 gennaio 2021.
Ciò significa che tra i primi provvedimenti attuativi a carico delle amministrazioni figurano gli aggiornamenti del cedolino stipendiale del mese di gennaio 2021, che presenterà gli adeguamenti economici a regime previsti dal contratto per quanto attiene alle componenti del trattamento tabellare fisso (rideterminato in € 45.260,77 su 13 mensilità), del salario accessorio relativamente alla retribuzione di posizione (aumentata dal 1.1.2018 di € 409,50 annue comprensive di tredicesima), nonché, attraverso l’adozione dei conseguenti provvedimenti di inquadramento economico, il calcolo e la liquidazione degli importi delle annualità relative agli aumenti contrattuali pregressi del quadriennio 2016/2020 (€ 7.398,30 o le maggiori o minori somme spettanti con riferimento alla sezione contrattuale di appartenenza)).
Questi sono alcuni degli istituti economici aventi carattere vincolato ed automatico del contratto, ma la partita sindacalmente più impegnativa e complessa si avvierà sin dai primi di gennaio quando si chiederà di avviare i tavoli di contrattazione decentrata territorriale e di Ente per l’applicazione dei vari istituti normativi ed economici previsti dal CCNL, che andranno a regolamentare e stabilire le ulteriori condizioni economiche e normative riguardanti il trattamento economico e giuridico del salario accessorio, (diritto all’incarico, retribuzione di posizione e di risultato, retribuzione degli interim, clausola di salvaguardie e welfare integrativo, solo a titolo esemplificativo) ma anche  i processi di innovazione organizzativa e gestionale attraverso la costituzione di un tavolo di confronto tra amministrazioni, OO.SS. e personale dipendente mediante l’attivazione di un organismo paritetico (Organismo paritetico per l’innovazione).
Direl quindi prosegue la sua attività sindacale in favore dei Dirigenti  e dei direttivi degli Enti Locali,  dirigenti Regionali, dei Segretari Comunali e Provinciali e dei Dirigenti Amministrativi e tecnici della Sanità sviluppando una formazione professionale continua e garantendo la rappresentanza e la difesa degli interessi collettivi e individuali in ogni Ente, con propri delegati sindacali, forti sempre dell’ausilio dei dirigenti sindacali nazionali e regionali e con il supporto dei propri legali di fIducia convenzionati col Sindacato.
Tutti uniti e disponibili a supporto dei colleghi che si assumeranno l’onere di rappresentare DIREL, nella importante fase di attuazione del nuovo CCNL in sede decentrata che si ribadisce sarà avviata già dall’inizio dell’anno entrante.
RIVOLGIAMO, in questo particolare momento storico, un invito a tutti i colleghi affinché si rendano protagonisti dell’attuazione del CCNL nelle contrattazioni decentrate che saranno a breve avviate, sostenendo la Direl con il rilascio della delega di adesione al Sindacato e nel rendersi disponibili ad essere attori del proprio futuro anche quali delegati al tavolo delle trattative.
SI INVITA tutti ad attivarsi nelle proprie realtà territoriali particolarmente nella promozione del lavoro svolto sino ad ora da DIREL e su quanto si farà per la dirigenza nel prossimo futuro.

IL SEGRETARIO GENERALE
        Dott. Mario Sette

Formazione e Webinar

Login Form



direlemiliaromagna
direlpiemonte