L’ attacco alla sede della Camera del Lavoro colpisce il cuore della democrazia. Dura condanna della Direl

Pronta ed unanime la risposta sindacale nell’esprimere  la condanna  e lo sdegno per il grave  attentato subito dalla sede della CGIL lo scorso sabato, nell’ambito del generale contesto di violenza della manifestazione del 9 ottobre. 

" La folle guerriglia andata in scena a Roma che ha colpito al cuore la Cgil dimostra, in maniera solare, che il Paese è ancora da ricostruire​ e certifica, senza l’ombra del dubbio, che le radici eversive ​ vanno ancora estirpate per presidiare i valori sacri ed intangibili sanciti nella nostra Costituzione ”.

Così Mario Sette, Segretario Generale della DIREL,  all’indomani dei ​ fatti di violenza urbana avvenuti nelle strade di Roma, portando a segno un attacco che mira ad ​ infiammare il clima democratico del Paese.

“ La nostra condanna verso questa vile azione di chiaro stampo squadrista è ferma e netta perché vorrebbe determinare  un corto circuito - dichiara Sette - con l’evidente scopo di minare l’assetto sociale della collettività nazionale, destabilizzando il suo apparato statuale costruito in un impianto democratico ”

“ La nostra solidarietà agli amici della Cgil, al cui fianco alziamo le nostre bandiere, è piena e consapevole perché nel rumore sinistro di quell’azione hanno fatto eco sentimenti di avversione ai principi di libertà che sono il fondamento del nostro Paese ”.

La profonda   preoccupazione  che questi  accadimenti hanno determinato, è stata espressa anche dalla  COSMED, cui la Direl aderisce in quanto FEDIRETS,  in un   comunicato di solidarietà inviato a Landini dal  Segretario Generale Giorgio Cavallero 

 

Attachments:
Download this file (Lettera a Landini.pdf)Lettera a Landini.pdf[ ]112 kB

Il PNRR (Piano Nazionale Ripresa e Resilienza) - Una prima analisi, a cura di Arnaldo Vecchietti e Federica Brazzafolli

 

Dopo il seminario riguardante i fondi europei e la nuova programmazione 2021-2027, l’ultimo webinar del secondo ciclo di eventi formativi, in calendario per il  prossimo 7 luglio,  sarà dedicato al PNRR,  PIANO NAZIONALE DI RIPRESA E RESILIENZA – ITALIA, una tematica di grande attualità e occasione di grande ripresa del nostro paese. 

Il PNRR, Nextgeneration, segna un cambiamento epocale per l’Italia e poi per UE. La quantità di risorse messe in campo a livello europeo per rilanciare la crescita, gli investimenti e le riforme ammonta a 750 miliardi di euro, dei quali oltre la metà, 390 miliardi, è costituita da sovvenzioni. Le risorse destinate al Dispositivo per la Ripresa e Resilienza (RRF), la componente più rilevante del programma, sono reperite attraverso l’emissione di titoli obbligazionari dell’UE, facendo leva sull’innalzamento del tetto alle risorse proprie. Lo sforzo di rilancio dell’Italia delineato dal Piano si sviluppa intorno a tre assi strategici condivisi a livello europeo: digitalizzazione e innovazione, transizione ecologica, inclusione sociale.

Tutto questo accompagnato dalle grandi Riforme.

Riforme orizzontali, attraverso innovazioni strutturali dell’ordinamento d’interesse trasversale a tutte le missioni del piano.

Riforme abilitanti, attraverso interventi funzionali a garantire l’attuazione del piano.

Riforme di accompagnamento ovvero riforme che, seppur non comprese nel perimetro del piano, sono destinate ad accompagnarne l’attuazione.

Riforme della Pubblica Amministrazione (accesso, semplificazione, competenze/carriere/formazione), della Giustizia, e di tanto altro.

I relatori, Arnaldo Vecchietti e Federica Brazzafolli, andranno ad esaminare il Piano Italia e proveranno a darci uno spaccato di una sfida estremamente interessante che l’Italia per i prossimi 3-4 anni si troverà ad affrontare.

 

L’'impegno di Direl e Direr/Sidirss nella formazione e nell'aggiornamento di propri iscritti riprenderà dopo la pausa estiva.  

Vi diamo dunque al appuntamento al prossimo autunno, per una nuova programmazione con la consueta attenzione ai temi  di maggiore interesse per la dirigenza  ed alle profonde trasformazioni che, in molti campi, stanno interessando  il nostro  Paese.

 

Pagina 2 di 158

Formazione e Webinar

Chiedi all' Avvocato

Login Form



direlemiliaromagna
direlpiemonte