Rinnovo CCNL 2016/2018 la trattativa accellera il passo

Si sono tenute oggi in videoconferenza tre riunioni per le sezioni contrattuali (Regioni/EELL-PTA del SSN-Segretari comunali e provinciali) con l’obiettivo di  esaminare più nel dettaglio le norme dell’articolato datoriale.

Aran ha preso atto delle molte e puntuali richieste unitarie avanzate oggi dai sindacati e si è impegnata a rivedere la bozza alla luce delle stesse.
Si stringono i nodi giuridici ed economici, anche con l’evidenza di punti importanti tuttora non risolti, ma sempre con l’obiettivo di arrivare a mediazioni soddisfacenti e in tempi relativamente rapidi.
1. Alcune note positive per la sezione Regioni/EE.LL. riguardano l’eliminazione della norma su esigenze organizzative e valutazione negativa quali cause di revoca anticipata dell’incarico e lo stralcio degli articoli su revoca e sospensione quali effetti della valutazione non positiva. Sul recesso per la responsabilità dirigenziale ci sarà un rinvio alle norme del d. lgs. 165/2001 e nel CCNL rimarranno le sole norme sulla procedura perché contiene elementi di tutela per il dirigente
(contraddittorio, difesa, Comitato dei garanti, ecc.).Ci sono state anche aperture a riconoscere, nell’accesso e nello sviluppo di carriera, le specificità di avvocati, dirigenti di polizia locale e dei servizi di ragioneria e a mantenere la possibilità di una retribuzione di posizione superiore al massimo contrattuale in presenza di particolari complessità di Ente o funzioni.
2. Per la sezione PTA continua a pesare l’incognita sulla collocazione contrattuale 2019-2021, che viene fatta valere, a seconda delle convenienze, ma di solito per contrastare o “congelare” proposte di miglioramento sebbene il tavolo competente a decidere su Aree e comparti non è quello del CCNL ma del Contratto quadro Confederale. Cosmed ha ben ricordato ad ARAN che la legge da sola non è sufficiente ma che la collocazione della PTA è oggetto di CCNQ, che ha pari dignità della legge. Abbiamo ribadito alcune richieste (che comunque faremmo anche trovandoci nel tavolo dell’Area Sanità) sulla necessità di introdurre, in coerenza con la natura prevalentemente gestionale della dirigenza PTA, un incarico gestionale di base e di prevedere almeno due tipologie di incarico professionale, anche per venire incontro ai professionisti (ad es. avvocati e ingegneri) ai quali è richiesta l’iscrizione ad albi professionali per esercitare le proprie funzioni. Una nota positiva riguarda il fatto che, su richiesta unanime del tavolo (che ha sposato una nostra tesi di sempre), sembra ci sia la volontà di mantenere come regola generale il vincolo dei 5 anni di anzianità per il conferimento degli incarichi di Struttura Complessa. Importante è anche il tema delle “propine” degli avvocati, per le quali abbiamo rivendicato l’uniformità di disciplina e l’applicazione del dl 90/2014.
3. Per i segretari, Aran ha preso atto della richiesta unanime di cassazione o riformulazione dell’articolo sulla revoca e si è impegnata a presentare una norma che in positivo espliciti le funzioni peculiari dei segretari. Ha inoltre presentato un’ipotesi di massima sul cd “galleggiamento” con l’obiettivo di scongiurare per tutti possibili reformatio in peius. Con riferimento a questa sezione, si è segnalata la necessità di mettere mano anche ad altri aspetti giuridici ed economici (diritti di rogito, interim, retribuzione di posizione fissa e variabile, fasce professionali e progressione in carriera), ma non sembra che Aran ritenga che la soluzione di questi problemi sia prioritaria, in relazione alla necessità di chiudere in tempi brevi la contrattazione.
La prossima riunione è fissata per mercoledì 8 giungo in plenaria e sempre in video con l’esame della nuova bozza che Aran presenterà dopo la riunione odierna. Per i PTA ci sarà anche la parte economica, finora limitata al solo stipendio tabellare.
La nostra massima attenzione è a far sì che prevalgano le norme di tutela sugli incarichi e un trattamento economico che corrisponda alle caratteristiche degli stessi.

IL COMITATO ESECUTIVO
Elisa Petrone – Segretario Generale
Mario Sette – Segretario Generale Aggiunto
Silvana de Paolis – Segretario Organizzativo
Samuel Dal Gesso - Tesoriere