Quarta riunione al tavolo Aran per il CCNL 2016-2018 Funzioni locali: uniti si vince!

Roma, 24 gennaio 2020

 

UNITI SI VINCE!


Quarta riunione al tavolo Aran per il CCNL 2016-2018 Funzioni locali. Tema: il sistema degli incarichi dirigenziali e alcuni aspetti del rapporto di lavoro.

Cresce l'unità del tavolo sindacale. La sintonia fra Fedirets (unita con compattezza sui temi della dirigenza visti con l'occhio profondo dei suoi dirigenti) e le altre sigle sindacali del tavolo cresce ad ogni riunione di fronte ai temi concreti.

Aran ha consegnato mercoledì un testo sul tema odierno e in diretta ha comunicato le prime ipotesi sugli incrementi previsti per il triennio: complessivamente si tratta a regime di aumenti di 230 euro lordi/mese per i dirigenti di Regioni ed Enti locali, 197 per i PTA e 195 per i segretari.

 

Attraverso gli interventi di Petrone (Fedirets/Fedir), Sette (Fedirets/Direl), Manduca (Fedirets/Direr) e Giardina (Fedirets/Fedir segretari), abbiamo illustrato le nostre osservazioni al testo consegnato da Aran, evidenziando innanzitutto, come punto di metodo, che si arrivi prima possibile ad un testo completo per coordinare tra loro le varie parti del CCNL.

Continuiamo a non capire perchè la parte pubblica voglia pervicacemente evidenziare differenze e specificità che non ci sono (quelle che ci sono andranno disciplinate dalle apposite sezioni ad hoc). Abbiamo pertanto chiesto unitariamente ad Aran, trovando molti punti di condivisione tra tutte le sigle presenti al tavolo, di superare inutili duplicazioni e distinguo su temi trasversali a tutti, inclusi i segretari, quali ad es. il contratto individuale di lavoro, criteri e procedure per il conferimento e la revoca degli incarichi, effetti della valutazione negativa; sostituzioni ed interim, relazioni sindacali. Istituti che dovranno essere il più possibile armonizzati, come peraltro richiesto espressamente dal decreto Madia che i datori di lavoro sembra - inspiegabilmente - non vogliano applicare.

Abbiamo chiesto trasparenza, imparzialità e motivazione nella scelta dei dirigenti; riconduzione della rotazione degli incarichi ai soli casi effettivamente motivati da necessità di prevenzione della corruzione; limitazioni e apposite procedure di confronto per i casi di revoca anticipata degli incarichi per esigenze organizzative; tutele procedurali, ivi compresa l'ipotesi di un Comitato dei garanti su base regionale, e rispetto delle norme nei casi di revoca dall'incarico per i segretari o di recesso dal rapporto di lavoro per responsabilità dirigenziale che può avvenire solo a seguito di reiterate e consecutive valutazioni negative; forme di incentivazione nei casi di incarichi ad interim, ai quali si deve comunque ricorrere solo in via residuale.

Per la PTA in particolare abbiamo evidenziato, assieme alle altre sigle, la prevalente caratteristica gestionale della categoria, ipotizzando una diversa tassonomia degli incarichi, con la semplificazione delle tipologie di incarico professionale a favore dell'introduzione di una nuova tipologia gestionale (Struttura di base?), da considerare anche per i casi di perdita di strutture complesse e semplici; abbiamo inoltre chiesto la conferma degli attuali requisiti di anzianità quinquennale per gli incarichi di struttura complessa che invece la parte datoriale vorrebbe togliere.

Sulle prime ipotesi economiche, riservandoci puntuali calcoli e proposte di suddivisione degli incrementi tra posizione e risultato, abbiamo chiesto con forza la piena applicazione delle percentuali di incremento (3,48% a regime) per tutti i dirigenti, compresi i PTA per i quali ad oggi per il 2018 è ancora stanziato solo il 3,02%.

Più si entra nel vivo e più emerge la possibilità di una concreta progressiva convergenza di tutte le sigle sindacali che sarà determinante per la costruzione di un buon CCNL.

Aran ha dichiarato la volontà di sfruttare appieno il mese di febbraio con riunioni ravvicinate per arrivare verso una rapida conclusione delle trattative.

IL COMITATO ESECUTIVO

Elisa Petrone – Segretario Generale
Mario Sette – Segretario Generale Aggiunto
Silvana de Paolis – Segretario Organizzativo
Samuel Dal Gesso – Tesoriere

 

Per scaricare il Comunicato in PDF, clicca qui.