Illegittima la trasformazione delle indennità della dirigenza in assegno personale pensionabile

Diamo diffusione di seguito, per opportuna conoscenza, all'articolo "Illegittima la trasformazione delle indennità della dirigenza in assegno personale pensionabile" apparso sul sito della Direl Veneto.

Con sentenza n. 138 sono state dichiarate costituzionalmente illegittime le disposizioni della legge della Provincia autonoma di Bolzano e della Regione Trentino Alto Adige che prevedevano la trasformazione delle indennità dei dirigenti in assegni personali pensionabili dopo la cessazione dell’incarico.

Leggi tutto...

Resoconto convegno DIREL-Avv.El – 6 giugno Roma: "L'avvocato dipendente pubblico: un'antinomia?"

Avv.El Convegno

Si è tenuto il 6 giugno 2019 presso la Sala Conferenze ENPAM di Roma il primo evento formativo organizzato da DIREL – Sezione AVV.EL – Avvocati Enti Locali, avente ad oggetto l’inquadramento normativo e retributivo degli Avvocati pubblici.

L’argomento è stato analizzato nella prospettiva della revisione della situazione attuale al fine della costituzione, all’interno del prossimo CCNL del Comparto Funzioni Locali (come è noto il CCNL sottoscritto nel Maggio 2018 è ormai scaduto essendo relativo al triennio 2016/2018) della sezione separata degli Avvocati pubblici, obiettivo fatto proprio da DIREL, e la cui costituzione è attualmente allo studio della COMMISSIONE PARITETICA SUI SISTEMI DI CLASSIFICAZIONE PROFESSIONALE costituita ai sensi dell’art. 11 CCNL DEL PERSONALE DEL COMPARTO FUNZIONI LOCALI  TRIENNIO 2016/2018.

Leggi tutto...

Convegno AVV.EL - Roma, 6 giugno - "L'avvocato dipendente pubblico: un'antinomia?"

Si terrà a Roma, giovedì 6 giugno 2019 dalle ore 13:00 alle ore 17:00, il convegno "L'avvocato dipendente pubblico: un'antinomia?". L'evento è organizzato da AVV.EL (Avvocati Enti Locali - Direl) e avrà luogo presso la Sala Conferenze ENPAM in Roma via Torino 38.

Leggi tutto...

Oltre le Province, le Città metropolitane: ne vogliamo parlare?

Diamo diffusione di seguito, per opportuna conoscenza, all'articolo "Oltre le Province, le Città metropolitane: ne vogliamo parlare?", apparso sul sito della Direl Veneto.

"Il dibattito sulla legge Delrio (l. 56/2014) ha avuto in questi giorni un fortissimo rilancio a seguito dell’anticipazione dei contenuti delle Linee guida elaborate dal Tavolo tecnico istituito presso la Conferenza Stato-Città per la revisione organica della disciplina in materia di Province e Città metropolitane.

Leggi tutto...

Roma, 10 maggio: Convegno Fedirets - "La Dirigenza Pubblica: quale contributo al bene comune?" - Mozione Finale

FEDIRETS A ROMA 10.5.2019 WORKSHOP
LA DIRIGENZA PUBBLICA:
QUALE CONTRIBUTO AL BENE COMUNE?

MOZIONE FINALE

Alle Istituzioni nazionali, regionali e locali
Alle OO.SS. rappresentative della Dirigenza pubblica
Ai principali organi di stampa

In data 10 maggio a Roma si è tenuto il convegno organizzato da FEDIRETS (FEDERAZIONE DIRIGENTI E DIRETTIVI ENTI TERRITORIALI E SANITA’) sul tema: LA DIRIGENZA PUBBLICA: QUALE CONTRIBUTO AL BENE COMUNE? (v. programma allegato).

FEDIRETS è una Federazione di Organizzazioni sindacali autonome storiche rappresentative nei settori Regioni (DIRER-SIDIRSS), Autonomie locali (DIREL) e Sanità (FEDIR), costituitasi a fine 2017 e che in occasione dell’ultima rilevazione Aran del 31.12.2017 è stata certificata come primo sindacato dell’Area contrattuale Funzioni locali, con quasi il 35% degli iscritti della stessa (1832 su 5298 totali).

L’Area Funzioni locali raggruppa i circa 15000 dirigenti dei ruoli professionale, tecnico e amministrativo che  lavorano in Regioni, Città metropolitane, Comuni, Province, Enti ed Aziende del Servizio Sanitario Nazionale e i segretari comunali e provinciali. Al termine del convegno, i partecipanti hanno approvato all’unanimità la seguente mozione: Da almeno 10 anni, in coincidenza con lo scandaloso blocco dei CCNL perpetrato anche in spregio al giudizio di incostituzionalità dichiarato dalla Consulta nel 2015, la contrattualizzazione del pubblico impiego ha subito numerose battute d’arresto (se non addirittura pesanti dietrofront a colpi di legge) che ci stanno portando progressivamente verso una ripubblicizzazione del rapporto di lavoro e una conseguente delegittimazione dei corpi intermedi (associazioni professionali e sindacati in primis) che rappresentano gli interessi collettivi e con i quali la politica meno attenta rifiuta un dialogo costruttivo. Si sono enfatizzati nell’opinione pubblica i comportamenti più biasimevoli di pochi individui (furbetti, fannulloni, corrotti e corruttori, ecc.) e corrispondentemente, a livello legislativo, si sono sottolineati quasi esclusivamente gli aspetti “correttivi” di controlli e sanzioni: tutto ciò a danno della necessità di valorizzare e investire sulla grande maggioranza dei dirigenti che da sempre lavorano con onestà, competenza, spirito di servizio, senza orari e dovendo arginare pretese politiche e complicazioni burocratiche sempre più invasive.

Leggi tutto...

Pagina 5 di 52